Il nuovo settore delle criptovalute esplode con un salto di 250 milioni di dollari nel volume delle vendite

Nel 2020, il volume degli scambi del mercato dei token non fungibili (NFT) ha superato i 250 milioni di dollari, un aumento di quattro volte rispetto al 2019, mentre la capitalizzazione di mercato della nascente industria dei token che rappresentano una serie di oggetti, tra cui opere d’arte e giochi da collezione, ha raggiunto 338 milioni di dollari, secondo un rapporto di NonFungible.com, pubblicato oggi.

 „È iniziato prima della corsa al toro delle criptovalute di fine anno“

In particolare, il boom dell’industria, osservato principalmente nell’ultimo trimestre, „è iniziato prima della corsa al toro delle criptovalute di fine anno“, che ha visto il prezzo del Bitcoin Pro aumentare del 177%.

„Guardiamo davvero ciò che sta emergendo là fuori e cerchiamo di informare la direzione strategica di BNP Paribas. Perché questo è interessante per una banca? Se si pensa alla maggior parte dei prodotti bancari, sono in realtà prodotti a lungo termine. Quindi abbiamo bisogno di capire come sarà il mondo non solo tra cinque anni, ma in realtà tra 10 o 20 anni, date le tecnologie emergenti e i cambiamenti socio-culturali che vediamo“, ha detto Nadya Ivanova, COO di L’Atelier, sponsor del rapporto.

L’analisi approfondita di 140 pagine dell’ecosistema NFT, dalla piattaforma di dati del settore NonFungible.com, è suddivisa in 11 sezioni, evidenziando tutto, dall’attività del mercato globale e le tendenze, ai profitti nello spazio e le previsioni per l’anno in corso. Simile al bitcoin, gli NFT si basano sulle blockchain per dimostrare la loro scarsità, come le trading cards, le opere d’arte e altri oggetti da collezione. A differenza di bitcoin e altre criptovalute, ognuna è unica o in edizione limitata.

Oltre alla crescita esponenziale del settore, Ivanova ha sottolineato l’interesse da parte di marchi famosi come NBA, Nike NKE -1%, e Formula 1, che hanno iniziato a emettere i propri NFT, e l’emergere di una nuova generazione di trader e investitori.

Ma a differenza dei cosiddetti investitori meme che prendono decisioni

Ma a differenza dei cosiddetti investitori meme che prendono decisioni di investimento basate sull’hype piuttosto che sui fondamentali sottostanti, questi nuovi arrivati conoscono effettivamente le regole del gioco.

„Le persone che vediamo attualmente stanno davvero traendo profitto dai token non fungibili. Per la prima volta l’anno scorso, abbiamo visto portafogli e profitti in centinaia di migliaia di dollari. Penso che sia solo una questione di tempo prima di vedere i primi milionari“, ha detto Ivanova.

In effetti, il momento potrebbe essere già arrivato. Secondo cryptoart.io, 15 artisti che pubblicano il loro lavoro su blockchain hanno già superato il traguardo di 1.000.000 di dollari. La criptoarte, uno dei segmenti in più rapida crescita dell’ecosistema NFT, è esplosa in ottobre quando Christie’s ha fatto un’asta su „Block 21“ un ritratto digitale dell’inventore di bitcoin Satoshi Nakamoto – la prima volta che una grande casa d’aste ha venduto un’opera d’arte legata alla blockchain. „Block 21“ è stato venduto per 131.250 dollari, 10 volte il suo valore stimato.

Oltre a portare valore finanziario ai loro creatori e investitori, i progetti NFT infondono un attaccamento personale ai proprietari del portafoglio non solo da un puro interesse ma anche da una prospettiva sociale, suggeriscono i risultati di NonFungible. La proprietà di NFT apre le porte alle interazioni con utenti e acquirenti che condividono le stesse passioni, che si tratti di arte o videogiochi, un aspetto importante da considerare nel contesto della pandemia di COVID-19 e la mancanza di interazioni sociali. La saga di GameStop GME +2.5% ha sottolineato l’importanza che il sentimento della comunità sta già giocando nell’economia e nei mercati finanziari, quindi il mercato NFT è ben posizionato per il prossimo anno.